Accedi al sito
Serve aiuto?

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA

CALDAIE A BIOMASSA (Art.1, comma 344 della legge finanziaria 2007) « Indietro

REQUISITI GENERALI CHE L’IMMOBILE OGGETTO D’INTERVENTO DEVE POSSEDERE
PER POTER USUFRUIRE DELLE DETRAZIONI:
 alla data della richiesta di detrazione, deve essere “esistente”, ossia accatastato o 
con richiesta di accatastamento in corso;
 deve essere in regola con il pagamento di eventuali tributi;
 deve essere dotato di impianto di riscaldamento (come definito dalla nostra faq 
n° 24).
 in caso di ristrutturazione senza demolizione, se essa presenta ampliamenti, non è 
consentito far riferimento al comma 344.
REQUISITI TECNICI SPECIFICI DELL’INTERVENTO:
 l’intervento deve assicurare un indice di prestazione energetica per la 
climatizzazione invernale non superiore ai valori limite riportati in tabella all’Allegato 
A di cui al DM 11.03.08 ed inoltre i seguenti requisiti:
a) un rendimento utile nominale minimo non inferiore all’85% (in base al punto 1 
dell’Allegato 2 del D. Lgs. 28/2011). Riteniamo anche che esso debba essere 
conforme alla classe 5 di cui alla UNI-EN 303-5 2012, in quanto riteniamo che la 
classe 3 della vecchia norma corrisponda alla classe 5 della norma revisionata;
b) il rispetto dei criteri e dei requisiti tecnici stabiliti dal provvedimento di cui 
all’articolo 290, comma 4, del D. lgs. n°152 del 2006 (dal 29/3/2012, in base al 
punto 1 dell’Allegato 2 del D. Lgs. 28/2011);
c) conformità alle classi di qualità A1 e A2 delle norme UNI EN 14961-2 per il 
pellet e UNI EN 14961-4 per il cippato (dal 29/3/2012, in base al punto 2 
dell’Allegato 2 del D. Lgs. 28/2011)
a) inoltre, per i soli edifici ubicati nelle zone climatiche C, D, E, F:
chiusure apribili ed assimilabili (porte, finestre e vetrine anche se non apribili), 
che delimitano l’edificio verso l’esterno o verso locali non riscaldati, devono 
rispettare i limiti massimi di trasmittanza di cui alla tabella 4a dell’Allegato
C al D. Lgs. N°192 del 2005.
La rispondenza ai requisiti di cui sopra deve essere riportata nell’asseverazione 
compilata dal tecnico abilitato e dichiarata nella richiesta di detrazione da 
trasmettere ad ENEA.